NON FACCIAMO CHIUDERE IL GATTILE DI ANCONA

Gattile Ancona

Salviamo il Gattile Rifugio di Ancona!

Chiediamo al Comune di Ancona di non prospettare più immotivatamente ed a dispetto di quanto previsto dalla legge, la chiusura del Gattile di Ancona. Chiediamo di ristrutturare l’attuale immobile o, alternativamente, di fornire una soluzione di pari livello che garantisca loro lo stesso benessere cui sono abituati, nel rispetto delle leggi sulla tutela animale e contro il maltrattamento.

Gli 80 mici ospitati da una cuccia calda e un ambiente domestico ricco di cure e attenzioni, rischiano di essere trasferiti in un campo alla periferia di Ancona o smistati all’aperto nelle varie colonie feline presenti nella città, soluzioni palesemente inidonee a garantire la loro sopravvivenza in quanto gatti domestici e abituati alla cattività, oltre che in evidente contrasto con gli obblighi di legge.

Per favore, aiutateci a fermare questo atto privo di ogni ragione!

Inaccettabile inoltre il totale silenzio dell’amministrazione sul rinnovo all’Anta Onlus della convenzione scaduta il 31/12/2013, come previsto dalla mozione del Consiglio Comunale del 9 settembre 2013 votata all’unanimità, l’associazione di volontariato onlus sta mantenendo gli animali a proprie spese senza copertura finanziaria.

Il Gattile Rifugio di Ancona è una struttura comunale che esiste da più di quindici anni, è gestita dai volontari dell’Anta Onlus Sezione di Ancona che ogni giorno, con amore e devozione, si prendono cura di mici abbandonati, inabili o maltrattati, recuperandoli al loro triste destino e trovando per loro una nuova famiglia che li ami e li accolga, fornendo anche un enorme servizio civile per la lotta al randagismo.
È un rifugio all’avanguardia, una grande casa dove gli animali vivono tutti liberi in un ambiente che cerca di ricreare quanto più possibile una situazione domestica e familiare. Non permettiamo all’amministrazione comunale di far cessare tutto questo. Ora diciamo basta!

“La grandezza di una nazione e il suo progresso morale possono essere valutati dal modo in cui vengono trattati i suoi animali.”

tasto_firma

Condividi con:
Share