ORSA DANIZA, IL MINISTERO DELL’AMBIENTE ‘L’ORSA DANIZA DEVE ESSERE MESSA IN CONDIZIONE DI NON NUOCERE AGLI UOMINI’.

Orsa daniza

ORSA DANIZA, IL MINISTERO DELL’AMBIENTE “L’ORSA DANIZA DEVE ESSERE MESSA IN CONDIZIONE DI NON NUOCERE AGLI UOMINI”. L’ENPA: “GIUDIZIO SUPERFICIALE, ANTISCIENTIFICO: SIGNIFICA CHIEDERE AD UNA MADRE DI NON DIFENDERE I PROPRI CUCCIOLI. PIÙ’ PERICOLOSI PER LA PUBBLICA INCOLUMITÀ’ I CACCIATORI: CHE SIA ELIMINATA L’ ATTIVITA’ VENATORIA!

La questione della cattura dell’Orsa Daniza sta facendo il giro del mondo: nel web sono migliaia le proteste dei cittadini, che scrivono email e si schierano contro la cattura di un’orsa che si è comportata in maniera del tutto naturale, mostrando anzi di essere fortemente equilibrata nel tentativo di difesa dei piccoli, in una situazione tra l’altro tutta da chiarire anche per quanto riguarda i comportamenti tenuti dalla “vittima”. Nonostante questo, per questioni probabilmente demagogiche, affrettate da altri interessi diversi da quelli del rispetto dei diritti degli animali, anche il Ministero si è dichiarato favorevole alla cattura e alla reclusione dell’orsa perché “deve essere messa in condizione di non nuocere agli uomini”. Una posizione demagogica, antiscientifica, antietologica, contraria all’etica e ai diritti degli animali.

La Protezione Animali, che ha inviato già una formale diffida per impedire che mamma orsa sia privata del suo diritto di crescere ed accudire i piccoli a costo della sua stessa vita, come notoriamente gli animali fanno, chiede di ritornare sui propri passi.

“Si attenessero allo stesso criterio della pericolosità: provincia, Governo, Ministero ci tolgano anche i cacciatori, che girano con i fucili mietendo vittime animali e umane – l’orso finora, a differenza loro, non ha mai ucciso nessuno”. Inoltre, si interroga su quale futuro potranno avere i cuccioli, privati della loro madre, con indubbie conseguenze a livello comportamentale: altre vittime che probabilmente saranno catturate e recluse a vita.

La campagna a tutela dell’orsa continua, e se necessario la Protezione Animali inviterà al boicottaggio di tutti i prodotti trentini.
ECCO GLI INDIRIZZI A CUI SCRIVERE (ANCHE 2 RIGHE MA PERSONALI. NELL’OGGETTO ESSERE GENERICI -AD ESEMPIO SCRIVERE “RICHIESTA INFO” “INFORMAZIONI” “CHIARIMENTI”: I FILTRI DEI SISTEMI DI POSTA ELETTRONICA POTREBBERO ELIMINARE AUTOMATICAMENTE LE EMAIL AVENTI COME OGGETTO “ORSO”, “CATTURA ORSI”, O SIMILARI”.)

presidente@provincia.tn.it; ass.aft@provincia.tn.it; ass.ccspc@provincia.tn.it; segr.ufficiostampa@minambiente.it; ufficiostampa@minambiente.it; segreteria.degani@minambiente.it; segreteria.velo@minambiente.it; segreteria@comune.pinzolo.tn.it; presidente@asat.it;

Condividi con:
Share