Basta canili lager. Chiediamo l’utilizzo delle telecamere

Canili Lager

In Italia ci sono tanti canili lager che vengono segnalati alle Forze dell’ordine e i processi intentati contro i gestori si sono chiusi finora senza nessuna condanna.

I cani entrano in un determinato modo, ma poi si riducono incondizioni terribili, nel luogo dove, secondo la legge l’animale dovrebbe ricevere le cure necessarie per poi essere adottato.

Ci sono cani che non mangiano, che vivono tra i loro escrementi, che impazziscono, che si abbandonano alla morte, altri che sono costretti a sbranare i loro simili per sopravvivere. Ci sono cani che vengono picchiati dagli operatori dei canili, che non escono mai per anni. Tutto questo non incoraggia le adozioni perché i cani subiscono dei traumi e il recupero, spesso, è impossibile. Ci sono cani destinati a morire nei canili lager per interesse dei gestori. Gli animali nei canili subiscono ogni genere di maltrattamento, e nessun gestore è stato mai condannato per mancanza di prove schiaccianti.

Art.544-ter (Maltrattamento di animali ) – Chiunque per crudeltà o senza necessità cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche ecologiche è punito con la reclusione da tre mesi a un anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi. La pena è aumentata della metà se dai fatti di cui al primo comma deriva la morte dell’animale.

CHIEDIAMO A GRAN VOCE CHE VENGANO INSTALLATE LE TELECAMERE NEI CANILI LAGER.

Gli animalisti sono milioni e chiedono giustizia per i numerosi animali deceduti e maltrattati C on le telecamere si proverà l’operato del gestore, come si comporta con gli animali e come li tratta I n questo modo, tutto sarà documentato e non ci saranno illazioni nei confronti del gestore che spesso si sente “vittima”. Ormai le telecamere hanno preso piede ovunque: nelle strade, nei supermercati, nei luoghi privati. Nessun  pretesto di violazione della  privacy, ormai siamo tutti controllati e ovunque. Perché non installarli dove la morte è ricorrente e nessuno controlla?

tasto_firma

Condividi con:
Share